Virtual Dream

Virtual Dream

www.virtualdream.org
Casuality

 

vdream

Il progetto Virtual Dream unisce la fusion, il progressive ed un pizzico di elettronica per dare quel sapore di estrema personalità.
La classe di Lucrezio de Seta, batterista di ottima tecnica, la fantasia poliedrica di Fabio Cerrone e l’estro creativo di Pierpaolo Ranieri al basso, danno a “Casuality” un mix di suoni di sicuro impatto già al primo ascolto, per poi notare in un secondo momento le sfumature date anche dai “Guest” Alessandro Gwis (clarinet, synth solo), Mario di Stasio (bongos, congas, djembè, shakers) e Alessandro Tomei (sax alto).
Insomma, un disco di piacevole compagnia per tutti e da non perdere per gli addetti ai lavori.
Il cd viene aperto dal brano “New dance”, ma non lasciatevi ingannare dalla seconda parte del titolo, è la prima che conta ed è decisamente “New”.
Dopo una carrellata su tutti i brani di ottima fattura e arriviamo alla track n°8 dove Lucrezio de Seta è a tu per tu col suo strumento. “A tra poco”, titolo dell’11° track Pierpaolo Ranieri sembra invitarci a riflettere su come il basso non sia piu solo uno strumento secondario di accompagnamento. “Casuality” chiude in crescendo con “Hop Frog”.

Per contatti: www.virtualdream.org info@virtualdream.org

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *