Ladybird – ROCKIN’ STANDARDS di Lorenzo Venza e Ludovico Piccinini

Ladybird

Ladybird
Concerti, seminari e attività musicali

Ladybird

ROCKIN’ STANDARDS di Lorenzo Venza e Ludovico Piccinini

Con il progetto “Sabato Clinic” la scuola di musica Ladybird vuole confermarsi come punto di riferimento per gli allievi capitolini.
Per sabato 25 febbraio è in programma ROCKIN’ STANDARDS di Lorenzo Venza e Ludovico Piccinini, un viaggio attraverso gli standards Jazz e le sonorità della chitarra rock: armonie complesse e prospettive di personalizzazione stilistica.     

 

Ladybird
Concerti, seminari e attività musicali

ROCKIN’ STANDARDS di Lorenzo Venza e Ludovico Piccinini

Ladybird

Con il progetto “Sabato Clinic” la scuola di musica Ladybird vuole confermarsi come punto di riferimento per gli allievi capitolini.
Per sabato 25 febbraio è in programma ROCKIN’ STANDARDS di Lorenzo Venza e Ludovico Piccinini, un viaggio attraverso gli standards Jazz e le sonorità della chitarra rock: armonie complesse e prospettive di personalizzazione stilistica.

Lorenzo Venza nasce a Siena, il 26 aprile 1979 e vive a Roma dal 1999. Inizia a suonare la chitarra dall’età di 14 anni studiando privatamente a Siena poi, giunto a Roma, si iscrive all’UM (Università della Musica) alla facoltà di Chitarra proseguendo gli studi presso Percentomusica dove si diploma, nel 2004, sotto la guida di Massimiliano Rosati, Stefano Micarelli, Franco Ventura, Umberto Fiorentino, Maurizio Lazzaro, Fabio Zeppetella.
Ha suonato e suona con formazioni quali  “Acusticamente” (trio acustico), “Fuori orario” (pop cover band), “Trio malé” (formazione Jazz ,con cui arriva in finale all’edizione 2004 di “voci di Roma”), “Duo” con la cantante Sara Randolfi (acustic pop/jazz), “Beyond abstract “(jazz rock strumentale, band nata da un progetto con Leonardo Porcheddu), “LSD” (Trio strumentale con Santi Romano e Daniele Natrella con cui apre il concerto di Ritchie Kotzen il 30 ottobre 2005, a Roma, e partecipa al Festival “Siena Rock” del 2006), “Firinguit duo”(duo acustico con Armando Serafini), “Livefields” (Toto tribute band). Nel suo attivo a delle apparizioni televisive tra cui la trasmissione “La fabbrica della musica” su RAI-futura, dove si esibisce da solista. Compone musiche per spettacoli teatrali e per dei “reading” letterari (Casa Editrice “Il Catamarano”). Tra le sue principali attività c’è l’insegnamento  della chitarra moderna .
Anche negli USA si accorgono di lui  quando la rivista Essental Guitarist pubblica una sua intervista.

Per quanto riguarda il compagno di viaggio di Lorenzo tra gli standard jazz, Ludovico Piccinini, si presenta con un altrettanto valido curriculum. Inizia adolescente lo studio della chitarra e subito si appassiona alle infinite possibilità che questo strumento offre. L’interesse e l’amore per la sei corde lo hanno sempre spinto a studiare a fondo le tecniche ed i vari stili legati al mondo della chitarra. Oltre al rock ha approfondito lo studio del Jazz, della Fusion, del Country, del Pop, del Delta Blues. Nel 2005 si specializza ulteriormente conseguendo il diploma in chitarra classica, questo per approfondire il legame che la musica moderna può avere con quella del passato.
Ha studiato con diversi insegnanti ed ha seguito molti seminari. Per quanto concerne la musica classica , oltre allo strumento, ha approfondito attentamente,  gli aspetti teorici dell’armonia, della storia e delle pratiche esecutive ed interpretative. Nell’ambito dell’insegnamento ha un’esperienza più che decennale  ed è stimato per l’elaborazione di efficaci teorie personali sulla metodologia didattica. Nella sua carriera ha maturato notevole esperienza nel mondo della musica rock e della musica commerciale, sia nell’esibizione live che televisiva, ha inoltre intrapreso diverse collaborazioni anche  nel circuito jazz-fusion. E’  chitarrista e fondatore della rock band  Prophilax che, con tematiche ed arrangiamenti personali ed audaci, ironizza sul degrado culturale e musicale in cui versa il panorama italiano. La band ha all’attivo molti concerti e due cd distribuiti in tutta Italia.
{jcomments on}

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *