Studio del Manico

Scritto da Redazione. Postato in Lessons with...

Share

 

Studio del Manico

Perché studiare il manico
Lo studio del manico è il primo passo verso una esecuzione cosciente degli spartiti. Non è obbligatorio: moltissimi musicisti eseguono a pappagallo brani anche molto complessi. La strada che stiamo intraprendendo in questo corso, invece, ci permetterà di andare più in profondità, di carpire ogni aspetto della genialità compositiva di ogni brano che incontriamo. Questo ci aiuterà nella composizione e improvvisazione dei brani.ChitarraElettrica

Studio del manico
Procediamo per gradi: la scala musicale che ognuno di noi ha imparato quando era piccolo è composta da sette note

Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si

che si ripetono

Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si, Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si, etc.

La tastiera della chitarra, tuttavia, è composta da una scala cromatica; ovvero:

Do, D0#, Re, Re#, Mi, Fa, Fa#, Sol, Sol#, La, La#, Si

Ogni tasto aumenta il valore della nota di un semitono, rispetto al precedente.

Le corde della chitarra sono:

Mi (cantino)
Si
Sol
Re
La
Mi

Quindi, prendendo in esame la prima corda: suonando la corda a vuoto otterremo un Mi, premendo il primo tasto avremo un Fa, con il secondo un Fa# e così via. Stesso discorso vale per le altre corde. Continuando nella progressione, ci accorgeremo che dal 12° tasto la sequenza di note si ripete esattamente come dalla corda a vuoto al 12° (con l'unica differenza che le note sono spostate un'ottava più in alto).

Dopo aver appreso questo concetto, è importante memorizzare la posizione di tutte le note su ciascun tasto.

{jcomments on}

Share