Fabio Mariani Group

Fabio Mariani Group

Nadi

Ed è il solito Mariani!
Con questo album il chitarrista compositore romano Fabio Mariani conferma il suo stile, la sua classe e suggella nuovi attimi di grande musica nostrana; non per limitarne il valore, tutt’altro!nadi2

Finalmente il jazz italiano può essere paragonato alla stregua di quello dei grandi maestri statunitensi. E Fabio Mariani non è nuovo a tali imprese, il suo curriculum parla chiaro; oltre ad essere tra i più attivi ed apprezzati musicisti italiani (egli ha lavorato con cantautori di fama nazionale ed internazionale) ha anche avuto un’intensa attività didattico-musicale in diverse città americane quali Los Angeles, Chicago, Milwaukee e New York. Scusate se è poco!).

Con il “Fabio Mariani Group” pubblica quest’ultimo lavoro discografico (con la sua nuova etichetta UM RECORDS) dove non è il modello di una chitarra o il volume di una batteria a fare la differenza. Quel che conta è essenzialmente lo spirito che anima il disco, il collante emotivo che presiede l’intera “opera” (dando per scontato, ma scontato non è mai, che sia la qualità il requisito irrinunciabile).
Come dice lo stesso Fabio “Nadi è un album elegante, prezioso e, a dispetto di quanti – e sono molti – considerano la fusion solo un genere “inutile” e ormai scomparso.” “La fusion, o qualsiasi altro termine che definisca la contaminazione, è l’unico territorio di confronto per poter produrre una musica inedita e capace di regalare ancora nuove suggestioni e buone sensazioni”.
Ascoltandolo ci si accorge subito che questo “Nadi” propone pezzi che non si adeguano a tutti i gusti ma, un genere elegante, colto e raffinato come questo, un condensato di modernità, priva di mistificazioni tecnologiche, dove la tecnica e lo spirito rilassante dominano, può sicuramente conquistare nuove platee.
I brani che ci vengono presentati sono tutti legati da una linea spirituale che caratterizza l’intero album. Si toccano temi svariati dal tributo a Jimi Hendrix con “Jimi” ad un comodo caffè italiano in un bar americano in “Midnight caffè”, da “Nadi” che apre il cd con un preludio a quello che sarà il disco a “Gate 32” che chiude l’album ma lascia aperto il “cancello” a nuovi sviluppi futuri.
Fabio non si è nemmeno risparmiato con i special guests, avvalendosi di personaggi come Danny Gotlieb alla batteria e Jeff Berlin al basso nei brani “Benjamin” e “Come una piuma”.
Oltre a Fabio Mariani, il gruppo è formato da musicisti che non hanno bisogno di presentazioni, che primeggiano nei loro strumenti e che orbitano tutti intorno alla prestigiosa scuola dello stesso Fabio: da PINO IODICE al piano, passando per STEFANO SASTRO alle tastiere, fino ad arrivare a CLAUDIO ZANGHIERI al basso elettrico e DAVIDE PETTIROSSI alla batteria.

Brani:
01. Nadi – 7:34
02. Jimi – 7:14
03. Elena – 8:04
04. 1996 – 5:31
05. Midnight Coffe – 6:45
06. Benjamin – 6:22
07. Millennium – 5:55
08. Come Una Piuma – 6:23

09. Mr. MD – 5:52
10. Gate 32- 8:51

Musicisti
PINO IODICE – Piano
STEFANO SASTRO – Tastiere
CLAUDIO ZANGHIERI – Basso Elettrico
DAVIDE PETTIROSSI – Batteria

{jcomments on}

 

 

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *