ZIP! ZAC in Progress

ZIP_ZacInProgress2009

ZIP! ZAC in Progress

www.eziozaccagnini.com
Ezio Zaccagnini

Primo lavoro discografico da solista per il portentoso batterista partenopeo adottato dalla capitale e noto per le sue eccellenti collaborazioni (Sergio Endrigo, Gianni Morandi, Gianni Togni, Massimo Ranieri e molti altri). Uscito a novembre in tutte le radio italiane con il singolo “Chill Ca Rompe …”, nato quasi per caso, questo disco è il risultato del progetto ZIP (Zac in Progress) che vede Ezio impegnato con altri due grandi session man italiani quali Bob Masala e Alfredo Bochicchio.ZIP_ZacInProgress2009

Scelto come brano di punta per lanciare il cd ZIP! ZAC in Progress, Chill Ca Rompe è un brano divertente e ironico ma drammaticamente vero. Nato a disco già praticamente finito, l’artista avverte una necessità interiore avuta “a seguito di una telefonata che mi ha fatto arrabbiare molto.” ci dice Ezio durante il nostro incontro, “…dopo oltre 3 ore di registrazione del film Natale in Crociera suonando merengue e ritmi festosi, ho voluto utilizzare un ritmo allegro su un testo ‘arrabbiato’. Chill Ca Rompe rappresenta la storia di Masaniello, portato dalla nobiltà dell’epoca all’adulazione popolare e ucciso dalla stessa nobiltà per il timore di vedersi superare da tanto successo. Non c’entra nulla con il disco ma volevo rappresentare quello che molto spesso, purtroppo, succede ai giorni nostri: si è portati alle stelle per secondi fini dei burattinai e dagli stessi burattinai veniamo distrutti con altrettanta facilità.”.

Completamente auto prodotto e distribuito da APbeat, ZIP! è un disco con brani quasi completamente strumentali dove Ezio ha potuto fare libere scelte e seguire i suoi istinti naturali “ho potuto fare quello che caz… mi pareva finalmente. Dopo aver suonato per anni con diversi cantautori ho voluto provare l’emozione di fare un qualcosa di mio, senza filtri.” E come recita il booklet a corredo del cd e contenente il testo di Chill Ca Rompe, questo disco nasce dall’esigenza di fare brani strumentali sotto forma di canzoni. “Non sono mai stato un amante dei dischi ipertecnici fini a se stessi. Per me la musica deve trasmettere emozioni. Io penso al brano, alla musica, a ciò che voglio trasmettere. Ho fatto solamente un solo e tutte le batterie sono state registrate in solo tre take. L’immediatezza è ciò che conta e secondo me, nel mondo, solo Gadd riesce a suonare sempre e solo per la musica!”.

L’album viene registrato pensando a delle immagini, ai movimenti del corpo e a tutto ciò che l’immaginazione può vedere, il tutto trasportato in musica. “Avendo avuto la fortuna di musicare a braccio un film muto, ho avuto la possibilità di suonare senza nemmeno pensare a ciò che facevo. Per questo anche ZIP! È stato suonato in pochissime take e senza l’ausilio dei computer.” Dopo decine e decine di show live con il suo progetto Zac In Progress Ezio si è trovato con molti brani a disposizione da poter registrare e utilizzare per un disco. La collaborazione con Bob Masala e Alfredo Bochicchio, poi, nasce non solo da un’amicizia, ma dalla condivisione di molti aspetti non solo musicali e, non ultimo, dal fatto che spesso hanno suonato insieme.
In questo suo disco di esordio Zac ha voluto prediligere il ritmo mediterraneo, armonie semplici e una suddivisione ritmica tipicamente italiana. “Abbiamo troppa paura di suonare ritmi nostri, che appartengono alla nostra cultura per il timore di risultare banali. Ma io credo che le tarantelle e tutti i nostri ritmi popolari debbano meritare maggiore considerazione.” ci dice in chiusura. “Ora vorrei portare questo lavoro in giro per il mondo. Ho anche avuto modo di scoprire su internet un pittore di Roma che si chiama Valerio Zaccagnini con il quale vorrei sperimentare un progetto artistico a 360 gradi. La realizzazione di un quadro musicale. È come se io vedessi una tela bianca davanti a me, le bacchette sono i miei pennelli e i tamburi sono i colori. Mi piacerebbe creare in tempo reale dei quadri.”.

Una nota particolare per la foto della copertina che non è nient’altro che una foto di Ezio scelta per la sconvolgente somiglianza ad una foto di Masaniello trovata su internet.

ZIP! Non è certo il disco funambolico che ci si possa attendere da un batterista. Ma forse proprio questa è la sua forza!

Per acquistarlo è sufficiente andare sul sito www.eziozaccagnini.com
oppure su:

CDBABY
http://cdbaby.com/cd/ezio

 

I-TUNES
http://phobos.apple.com/WebObjects/MZStore.woa/wa/viewAlbum?id=292919306&s=143450

LALA.COM
http://www.lala.com/#album/2810527642498195737/

PAYPLAY
http://payplay.fm/ezio

TRADEBIT.COM
http://www.tradebit.com/filedetail.php/4194602-zip-zac-in-progress-rock

AMAZON
http://www.amazon.com/gp/product/B001HLZKN8/ref=dm_sp_adp?ie=UTF8&qid=1225733257&sr=8-2

GROUPIETUNES
http://www.groupietunes.com/artists/EzioZaccagnini

NAPSTER
http://free.napster.com/view/artist/index.html?id=12652990

 

ASCOLTALO su:
http://www.apbeat.it

 

{jcomments on}

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *