Goodfellas  on tour a Ottobre

Goodfellas  on tour a Ottobre


Steve Lukather (Toto)
con Kenny Aronoff (John Mellencamp), Steve Weingart (Dave Weckl) e Fabrizio Grossi

08/10 Jazzonlive BRESCIA
09/10 Borderline PISA
11/10 New Age RONCADE (TV)
12/10 Legend 54 MILANO
13/10 Crossroad ROMA

Goodfellas  on tour a Ottobre


Goodfellas
on tour a Ottobre

Steve Lukather (Toto)
con Kenny Aronoff (John Mellencamp), Steve Weingart (Dave Weckl) e Fabrizio Grossi

Locandina

08/10 Jazzonlive BRESCIA
09/10 Borderline PISA
11/10 New Age RONCADE (TV)
12/10 Legend 54 MILANO
13/10 Crossroad ROMA

Una serata con i Goodfellas è un’esperienza unica…“let the music do the talk!”
Dimenticate tutto quello che avete sentito finora dalle jam bands e siate pronti ad entrare in un nuovo splendido mondo di suoni, ritmi, visioni e grooves. Non c’è nulla che questi musicisti non tocchino da Jeff Beck a Jimi Hendrix, da The Beatles agli Zeppelin, tutto viene preso in considerazione, ma a modo loro.
E’ un’esperienza rock, forse anche heavy, ma notevoli sono anche i groove 70’s con influenze fusion e evoluzioni sonore.
I Weather Report che suonano Jimi Hendrix? Forse, però non così jazzy e non così puliti. Alla fine, le chitarre sono ancora li per ‘bruciare’ e le batterie per picchiare!
La chitarra di Steve Lukather non può essere un semplice background sonoro, lui è un mostro ed anche ben noto, quindi diamogli spazio, e come “Goodfella”, ne ha parecchio; così come il suo compagno Steve Weingart: licks, tensione armonica e moltissimo divertimento, sono i punti chiave di questi “natural born sound killers”.
E tutto ciò succede mentre Kenny Aronoff offre il suo beat costante, regolare, a volte appariscente, ma sempre rock, solido e accattivante; e mentre Fabrizio Grossi dirige il traffico con i suoi grooves tonanti, con suoni e tricks raramente offerti dai bassisti timidi.

Essere timido non è il caso di questo gruppo, come nel famoso film “Goodfellas” di Martin Scorsese (in italiano “Quei bravi ragazzi” ndr) dal quale prendono il nome.

Steve Lukather (Toto) con Kenny Aronoff (John Mellencamp), Steve Weingart (Dave Weckl) e Fabrizio Grossi, as Goodfellas, saranno in tour in Italia a partire dall’8 al Jazzonlive di BRESCIA, per proseguire il 09 al Borderline di PISA, l’11 al New Age di RONCADE (TV), il 12 al Legend 54 di MILANO, per finire il 13 al Crossroads di ROMA.

Steve Lukather – voce e chitarra. Musicista versatile, chitarrista, vocalist, compositore, produttore ed arrangiatore, Steve Lukather è con i Toto dal 1977 anno d’uscita del loro primo album omonimo, dal quale sono tratte le hits Hold the line, I’ll supply the love, Georgy Porgy.
Con quel disco Davide Paich e Steve Lukather hanno iniziato una carriera coi Toto che va avanti da oltre 25 anni.
Nel 1989 esce invece il suo primo album solista “Lukather”, un disco eterogeneo con contributi musicali da parte di molti amici che Steve rispettava e con i quali lavorava: Michael Landau, Danny Kortchmar, Randy Goodrum, Eddie Van Halen, David Paich, Steve Stevens, Jeff Porcaro, Richard Marx etc.
Il suo secondo solo album è Candyman, del 1994, una svolta heavy sulla scia dell’altro suo progetto Los Lobotomys, con Simon Phillips, David Garfield e Fee Waybill.
Il terzo Luke (1997) è un viaggio molto personale e musicale nel passato, mentre il quarto Santamental (2003), un’azzardata reinterpretazione di classici e canzoni natalizie in versione fusion e rock.
Tutto ciò naturalmente, oltre a tutti i dischi e tour con i Toto, nonchè numerosi interessanti progetti musicali collaterali, realizzati con il contributo di David Garfield, Richard Marx, Mike Terrana, Pat Torpey, Gregg Bissonette etc.
Nell’ottica di una sua evoluzione musicale, Lukather è diventato via via sempre più aperto, sensibile e puro. La sua voce si è sviluppata, diventando potente e calda, ed il suono della sua chitarra è diventato sempre più tagliente, indipendentemente dal fatto che suonasse brani tirati o ballads.
In questi ultimi anni Lukather ha dato il suo contributo ai nuovi dischi di vecchi amici come VanHalen, Joe Cocker, Edgar Winter, Les Paul & Friends and Tommy Lee; oltre a suonare con i Toto e con la sua nuova band El Grupo.
Nel 2006/07, durante il tempo libero tra un tour e l’altro coi Toto, Steve Lukather ha trovato il tempo per dedicarsi al suo nuovo disco Ever changing times, spinto e incoraggiato anche dal suo amico Randy Goodrum.

Lukather: “My writing partner / executive producer Randy Goodrum suggested that I should do this record. He got me excited to do something different and work with such great players and songwriters. I was also thrilled that my son Trevor co-wrote two of the tunes with us and my daughter sang on a tune and all my friends and amazing musos came out to support”.
La lista di special guest include anche: Joseph Williams (cantante iniziale dei Toto) e Bill Champlin dei Chicago ai background vocals, Leland Sklar al basso, Steve Weingart, Jeff Babko, Randy Goodrum alle tastiere e synths, oltre a Steve Porcaro cameo su un brano strumentale, Abe Laboriel Jr. alla batteria, ed altri amici e guest stars che hanno messo il loro talent a disposizione per dare un risultato fresco e veramente esaltante.
I risultati di questo nuovo sforzo in studio, uscito a Febbraio 2008 sono undici canzoni che incorporano tutti gli aspetti per cui Steve Lukather è ben noto.
“The record rocks harder than Toto, but there is enough melodic stuff on there to please any Toto fan. There is also music that sounds youthful because my co-producer Steve MacMillan and my son were keeping me honest and up to date” says Lukather, “It shows a lot of my influences and music I like. If it sounds good, then I keep it”.

Kenny Aronoff – batteria. è uno dei batteristi più influenti e più richiesti del momento.
La lista degli artisti con cui ha lavorato sembra un “who’s who” dell’industria musicale, e include John Mellencamp, The Smashing Pumpkins, Bob Seger, John Fogerty, Melissa Etheridge, Bon Jovi, Elton John, Bob Dylan, Rod Stewart, Alanis Morissette, The Rolling Stones, Lynyrd Skynyrd, Willie Nelson, Waylon Jennings, Puddle of Mudd, Avril Lavigne, Joe Cocker, B. B. King, Mick Jagger, Ray Charles, Alice Cooper, Meat Loaf, Bonnie Raitt, Ricky Martin, Santana, Trey Anastasio, Michelle Branch, Vince Gill, Gladys Knight, Aaron Neville, Trisha Yearwood, Patti LaBelle, George Jones, Conway Tritty, The Buddy Rich Big Band e molti altri.
Con un stile che combina potere e raffinatezza, Kenny è stato premiato #1 Pop/Rock Drummer e #1 Studio Drummer per cinque volte consecutive dalla rivista Modern Drummer. Nel 1980 è entrato nella band di John Mellencamp, con il quale ha registrato 10 albums e va in tour con lui da oltre 17 anni.
I suoi recenti progetti discografici includono: John Fogerty, Rob Thomas, Avril Lavigne, Rod Stewart, Puddle of Mudd, Jake Owen, Jason Michael Carroll e molti altri. Kenny è stato in tour nel mondo con molti artisti tra cui The Smashing Pumpkins, BobSeger, John Fogerty, Melissa Etheridge,Joe Cocker, Willie Nelson, e Michelle Branch.

Fabrizio Grossi – basso. Gli amici e i colleghi con cui ha suonato live o registrato includono: Steve Vai, Alice Cooper, Paul Stanley, Slash, Nina Hagen, Stevie Salas, Ice-T, Francis Benitez Sen Dogg, Killah Priest/Wu-thang, George Clinton & P-Funk, Dave Navarro, John Frusciante, Micheal Landau, Jerry Cantrell, Marco Mendoza, Steve Lukather, Frank Gambale, Bill Champlin, Randy Castillo, Matt Laug, Gregg Bissonette ,Vinny Colaiuta, Jean Michel Byron, Joseph Williams, Neal Schon, Ritchie Kotzen, Trevor Thornton ,Cleto EscovedoJr, Renato Netto, Michael Thompson.

Steve Weingart – tastiere. Ha frequentato il mondo jazz per gli ultimi vent’anni, conoscendo moltissimi personaggi tra cui Dave Weckl, con il quale ha passato diversi anni live in giro per il mondo, ma anche scrivendo e co-scrivendo alcuni brani per molti album della Dave Weckl Band.
Oltre al suo lavoro con la Dave Weckl band, Steve ha pubblicato il suo primo progetto solista “Life Times.”
I fan jazz da ogni parte hanno accolto questo Cd con entusiasmo.
Steve è anche largamente conosciuto per la sua collaborazione con Steve Lukather (Toto, Los Lobotomys) e la sua band El Grupo.
Il seguito del suo progetto solista “Dark Blue Dream” ha ottenuto grande approvazione nel mondo musicale e non.
Altri artisti con cui Steve ha collaborato includono: Chaka Khan, Scott Henderson, Eric Marienthal, Alain Caron, Michael Ruff, Marilyn Scott, Ray Parker Jr., Jimmy Haslip, Terry Lynn Carrington, Jason Scheff, Keith Howland, Tris Imboden, John Pattituci, Bunny Brunel, Virgil Donati, Nuno Bettencourt, Steve Lukather, Tierney Sutton, Gerry Brown, Gary Novak, Simon Phillips, Mike Miller and Victor Wooten.

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *